Il caso del toro Bitcoin è stato nuovamente convalidato con l’introduzione di nuovi programmi di stimolo da mille miliardi di dollari

Bitcoin ha ristagnato negli ultimi giorni dopo aver raggiunto il picco di 19.950 dollari all’inizio di dicembre. Attualmente commercia a 18.200 dollari, bloccato in un intervallo di consolidamento tra i 18.000 e i 19.500 dollari.

Alcuni hanno iniziato a temere una correzione a causa delle tendenze tecniche e della catena. Come riportato da CryptoSlate in precedenza, gli indirizzi affiliati alle balene hanno iniziato ad aumentare i loro depositi agli scambi. Altri analisti hanno anche notato che alcuni pool minerari hanno iniziato a vendere le loro partecipazioni.

Ma i fondamentali della Bitcoin sono apparentemente più forti che mai, dato che i governi e le banche centrali del mondo continuano ad optare per la stampa di denaro per salvare l’economia che sta affondando.

Il caso dei tori Bitcoin è ancora forte in un contesto di stimoli monetari senza precedenti

Cameron Winklevoss, co-fondatore di Gemini, ha recentemente sottolineato che il caso del toro Bitcoin è in fase di convalida, poiché la Banca Centrale Europea spinge per ulteriori stimoli.

A causa di una pandemia che si aggrava una volta di più e di una diffusione del vaccino più lenta del previsto, le banche centrali mondiali stanno adottando misure evasive per cercare di evitare che la pandemia influisca ulteriormente sull’economia.

Come osserva Winklevoss, la stessa BCE sta attualmente perseguendo un aumento del suo „programma di acquisto di obbligazioni per un equivalente di 2,2 trilioni di dollari“. 2,2 trilioni di dollari sono circa il 10 per cento del PIL aggregato dell’Unione europea rispetto all’anno scorso.

Inoltre, questo si aggiunge agli oltre 1.000 miliardi di dollari di stimoli che ha già attuato all’inizio di quest’anno. Questo è tutt’altro che una mossa isolata verso l’Unione Europea.

L’Australia, la cui economia è stata notoriamente forte a causa di molte recessioni dovute agli investimenti internazionali, si è anche spostata in un territorio a tassi d’interesse negativi per salvare la sua economia.

Negli Stati Uniti, ci sono notizie di un imminente disegno di legge di stimolo fiscale di circa 1.000 miliardi di dollari, che potrebbe includere un’altra distribuzione capillare di assegni a una maggioranza di famiglie americane.

Molti vedono queste mosse come una convalida del caso del toro Bitcoin in quanto mostra la volubilità del denaro fiat rispetto al denaro duro, come BTC.

Wall Street che prende atto

Questa spinta per ulteriori stimoli monetari per miliardi di dollari ha fatto sì che Wall Street se ne accorgesse. Prima di quest’anno, c’erano in realtà pochissimi investitori di grandi nomi e banche di fascia alta coinvolti nello spazio.

Commentando il potenziale per Bitcoin di superare le prestazioni in tempi di stimoli di massa, l’investitore di Wall Street Paul Tudor Jones ha detto all’inizio di quest’anno che pensa che Bitcoin sarà il cavallo più veloce in gara.

Più recentemente, Stan Druckenmiller ha detto che pensa che se la „scommessa dell’oro funziona“ (riferendosi all’inflazione), Bitcoin „funzionerà ancora meglio“.

Un numero crescente di investitori di Wall Street pensa che BTC agirà meglio dell’oro perché continua a esserci una tendenza all’inflazione monetaria.

Il Bitcoin, attualmente al primo posto nella classifica del mercato, è sceso del 2,59% nelle ultime 24 ore. BTC ha un market cap di 334,42 miliardi di dollari con un volume di 26,29 miliardi di dollari nelle 24 ore.